Il repertorio, prevalentemente liturgico, negli ultimi anni, si è molto diversificato, aggiungendo ai canti "canonici" da celebrazione, anche brani di autori non propriamente da coro, come De Andrè, Branduardi, Paulicelli, alternendoli con brani di più marcata origine classica e popolare.